Non biasimarmi perché guardo i porno

Posted by in kat

Adoro scopare, ma non sono esattamente la ragazza ideale, perché il mio lavoro mi costringe a stare molte ore dietro alla mia scrivania, quindi posso esattamente andare fuori a cena alle otto e avere una serata romantica. Sono una donna indipendente. Di tanto in tanto ho una sveltina, soprattutto durante i viaggi d’affari, ma in genere sono piuttosto felice di prendermi cura dei miei bisogni da sola. Quando sento il bisogno e in giro non c’è neanche un pisello, trovo un video porno su internet e mi metto all’opera. Ieri ho visto un video porno alle dieci di sera nel mio ufficio. Ho saltato i primi minuti e poi ho iniziato a guardare il porno fino al punto dove l’azione entra nel vivo. C’erano quattro ragazzi che scopavano due ragazze e io immaginavo di essere uno di loro. Ho aperto il cassetto sotto alla mia scrivania e tirato fuori il mio piccolo vibratore, modellato per darmi piacere, vaginale e anale. Mentre gli attori scopavano sempre più intensamente, accesi il vibratore e lo usai per toccarmi il clitoride, poi mi leccai il dito medio e lo infilai nella vagina. Poi il film si spinse troppo oltre e iniziai a desiderare ardentemente di essere scopata da dietro, quindi feci scivolare il vibratore nel culo e lo spinsi fortissimo, fino a raggiungere un orgasmo. Impiegai alcuni secondi a tornare dal pianeta Allupato e a riportare il mio cervello sul lavoro. Poi spensi il porno e cancellai la cronologia, mi asciugai la fighetta e il culo con un fazzolettino e ricominciai a lavorare sulle statistiche finanziarie. Avrei preferito di gran lunga avere un cazzo che mi trombasse, e avrei tanto voluto che il ragazzo delle consegne mi avesse sgamata mentre mi masturbavo e si fosse unito, e invece mi dovetti accontenare di un porno e un vibratore. Grazie a dio, tra pochi giorni dovrò andare ad una conferenza a Miami…